Vacanze invernali? Parti con Msc

Quando penso al viaggio ideale, quello che farei a misura per me, e sottolineo, a mia misura di donna e non di mamma, sogno mete lontane, esotiche, relax e confort di ogni tipo.
Non sarebbe previsto cucinare, fare il letto, ne tantomeno programmare la giornata tipo o decidere un itinerario, seppur con la voglia e la curiosità di scoprire nuovi luoghi e culture.
Vorrei essere coccolata in tutto e per tutto, e che per una volta, se ne occupasse qualcun altro ad organizzare le mie giornate.
Sono piu che convinta di non essere l’unica ad avere questi desideri….
Vi ho gia parlato di Msc in un altro post, ed oggi ve ne parlo ancora, pensando ad un’amica che slitterà le sue vacanze di qualche mese, e che in questi giorni mi chiedeva consiglio.
Dove andare dunque? E dove realizzare il proprio sogno? A questo proposito Msc propone un favoloso itinerario negli Emirati ad Abu Dhabi, Dubai e Oman

image

Provate ad immaginarvi fra le dune nel deserto, o nei labirintici bazar di questi luoghi magnifici. Una crociera magnifica quella che vi propone Msc per le vostre vacanze invernali.
Inoltre, se non avete ancora visitato l’Expo, non perdetevi l’occasione di
provare sulla vostra “pelle” l’esperienza di un viaggio indimenticabile, nel padiglione MSC è possibile testare i nuovissimi Oculus VR, degli occhiali speciali ed immersivi, che consentono una esperienza tridimensionale all’interno di una nave da crociera MSc, unita ad una tecnologia in Odorama, che permette di respirare i profumi del cibo preparato sulle navi MSC.
Clicca quí per info sul pacchetto bevande incluso!!!

Buone vacanze a tutti voi!!!

Zaira

Buzzoole

“The Children’s World”

Una società che tutela i diritti dei bambini è una società civile che guarda al futuro.

I bambini sono al centro del mondo, o perlomeno così dovrebbe essere, e nel nostro piccolo, possiamo solo migliorare e tutelare i mq che ci sono tra noi e la nostra porta d’ingresso. Non è mai abbastanza quello che facciamo per loro, io sono mamma solo da quattro anni, ma vivere la giornata in un misto di obblighi, doveri e piaceri che si mischiano l’uno con l’altro, in un vortice di emozioni, conflitti, titubanze e certezze, difficili da decifrare, uno strano algoritmo alchemico che non si può spiegare. Ma alla fine di tutto, per la serie “la verità sta nelle cose semplici”, al centro di tutto c’è il rispetto e la tutela di una persona che dipende in tutto e per tutto da te.

La famiglia è al centro di tutto, è il nucleo che abitiamo e come tale va salvaguardato. Per affermare quanto, la città di Torino promuove da domani, esattamente dal 1 al 9 Agosto, “The Children’s World“, Festa Internazionale della Creatività per Ragazzi e Famiglie, una settimana di eventi e spettacoli per tutte le età.

Domani alle ore  16:00 in piazza Carignano, il primo spettacolo Fish&Bubbles, il quale da’ il via ad una ricca settimana di eventi che si concluderanno il 9 Agosto alle ore 21:00 con “La conquista del Cervino” , sempre in piazza Carignano.

 

Il festival The Children’s World – Festa Internazionale della Creatività per i Ragazzi e le Famiglie è organizzato – in occasione di EXPO-TO 2015 – dalla Città di Torino e dalla Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus.

 

The Children’s World condurrà gli spettatori in un viaggio incredibile: dal lontano Oriente, con le giovani danzatrici cinesi di Shanghai e le rievocazioni storiche degli antichi Samurai di Nagoya, al Cappuccetto Rosso francese. Dai nasi rossi dei ragazzi di Bucarest, dalla fantasmagorica Festa Catalana; dalla strampalata operazione chirurgica di due improbabili medici belgi, al giovane coro del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo; dalle magiche bolle di sapone agli emozionanti spettacoli delle compagnie italiane di teatro ragazzi.

 

BIGLIETTI
Tutti gli eventi sono gratuiti per i ragazzi fino ai 15 anni.

Per gli spettacoli al Teatro Carignano:
– Adulti (a partire dai 16 anni): posto unico € 10
– Ragazzi (fino a 15 anni): ingresso gratuito
I posti a sedere non sono numerati

I biglietti possono essere acquistati:
– presso la biglietteria della Casa del Teatro Ragazzi e Giovani fino al 30 luglio 2015
– on line sul sito piemonteitalia.artacom.it
– presso il Punto Informazioni del Festival in piazza Carignano dal 1° al 9 agosto 2015 (dalle ore 10 alle ore 20)
– presso la biglietteria del Teatro Carignano nelle sere di spettacolo (a partire dalle ore 20.15)

 

 

Buzzoole

Sognando l’inverno con L.RüssōUrbanCouture

Mai e dico mai mi sarei aspettata di dire “non vedo l’ora di indossare un bel cappotto”
Io adoro il caldo, il sole e l’estate, ma anche una lucertolina come me in questi giorni di calura eccessiva ha la testa in tilt. Mille cose da fare ed ogni minimo sforzo sono gocce di sudore…nel vero senso della parola! Così, con la faccia attaccata al condizionatore, non è salutare lo so, sogno cioccolata calda e tweed di lana!
Volete sognare con me?
Ecco le foto della sfilata, direttamente dalla Fashion Week di Varsavia, la nuova collezione FW/2016 di Lucia Russo.

La donna L.RüssōUrbanCouture è cosmopolita, urbana e super digital. Una Grece Kelly del futuro, forte, che vive all’interno di schemi ben precisi, tradizionali e calcolati, ma che sapientemente ne stravolge l’uso ed il linguaggio.
Le stampe sono sempre innovative, il fitt è misurato, i capi appaiono come se fossero stati cuciti addosso ed esaltano le forme morbide ed il punto vita.
Mentre scrivo arriva dalla finestra uno spiraglio, un primo alito di vento…o forse sto sognando…

A presto,
Zaira

Per info
L.Rousseau Urban Couture*
> *Enquiry Desk:* info@ellelrousseau.com
> *Twitter:* @ElleLRousseau
> *Instagram:* @ElleLrousseau
> *Facebook:* http://www.facebook.com/l.rousseauurbancouture
> *Web Site:* http://www.ellelrousseau.com
> *Fashion show Mercedes-Benz Fashion Week:*
> http://www.youtube.com/watch?v=2Q-7zCfgNeQ

“Interiors” Home Sweet Home

Ciao a tutti amici!
Qualcuno di voi si sarà chiesto come mai ultimamente “pinno” come una forsennata immagini di arredamento d’interni, difatti la mia bacheca è già strapiena!
http://www.pinterest.com/zairachambers/interiors/

Novità in arrivo per noi, ma non è di questo che vi parlerò oggi!
Rinnovare l’ambiente nel quale viviamo non è solo una questione di moda ma spesso una necessità, e le scelte che applichiamo nell’uso e nella disposizione degli oggetti nello spazio, dei colori alle pareti e della biancheria per la casa, derivano anche da una spinta psicologica ben precisa, a volte inconsapevole, ed anche se non ci facciamo caso, influenzeranno la percezione dell’ambiente e di conseguenza il nostro stato d’animo.
Le dimensione degli spazi non sono importanti, il design e la tecnologia ci vengono in aiuto e ci permettono di trarre il massimo vantaggio anche da aree piccolissime.
Le tendenze sono importanti e stabiliscono uno spaccato della società attuale molto attendibile. Ecco perché volevo condividere con voi degli spunti molto interessanti.

image

Immagini tratte da Pinterest

image

Immagini da Pinterest

“White color”

Stucchi bianchi alle pareti, infissi, piccoli tavolini, tende e cuscini nel colore dell’anno. Un’evoluzione dello stile shabby in chiave moderna, non solo, il bianco è il colore simbolico per eccellenza della purezza e pulizia mentale, apre gli spazi, da un senso di pace e tranquillità. Nei toni freddi o caldi è sempre perfetto, rende percettivamente uno spazio piccolissimo decisamente più grande.
Contrastando le pareti con un pavimento in gres porcellanato, parquet o laminato effetto legno, i vostri ambienti acquisteranno un’eleganza senza tempo. Io adoro i colori rovere sbiancato ed il classico parquet biondo!

image

Immagini da Pinterest

image

Immagini da Pinterest

“Refresh”

Nuova destinazione d’uso per i vostri mobili. Una vecchia credenza può davvero trasformarsi in molti modi. Basta una bella rinfrescata di colore e diventa un portabiancheria o una cappeliera vintage. Io mi diverto moltissimo a spostare e ristrasformare in questo modo l’arredamento. Spesso non è assolutamente necessario comprare della nuova mobilia, una cassapanca può diventare un porta televisore, un carrellino da bar si trasforma in una fioriera e così via, nessun limite alla fantasia!!!

image

“Elemento Porte”

Le porte interne diventano un elemento focale dell’arredamento. Io sto sviluppando una certa mania per quelle scorrevoli, innanzitutto perché ti permettono di guadagnare spazio, inoltre, di ricreare un ambiente open space in qualunque momento.
Applicando alle porte dei vecchi appendiabiti, ecco che realizzarete delle meravigliose pareti attrezzate, l’importante è utilizzare un unico colore di tinteggiatura x ricreare l’effetto di unità abitativa.

image

Immagini da Pinterest

“Sfruttare gli angoli”

Ogni nicchia può diventare un salva spazio! Lo spazio calpestabile diventa immediatamente più grande se si scelgono con attenzione degli elementi di arredo poco invasivi e se si sfruttano al massimo gli angoli!!!

Molti siti di “Interiors” parlano di “ordine” come elemento necessario in spazi piccoli…su questo ultimo appunto io non mi pronucio, evidentemente nessuno di loro ha figli a seguito ; )

Buona giornata d’estate a tutti voi!
A presto!

Zaira

Questa sera “Opera” ?

La prima volta che sentii il canto di “Violetta” ero una ragazzina al primo anno di Belle Arti, ricordo bene che mi si rizzarono i peli delle braccia. Ascoltai “La Traviata” per ben sette volte fino a quando stabilii che l’interpretazione piu affascinante e drammatica fu quella di Anna Tebaldi.
Al settimo mese di gravidanza andai, con la mia cara amica Renata, che vi mostro con me nella foto (io in versione vintage xxl), al Teatro Regio di Torino per una versione inedita e bellissima della suddetta opera. Vicky non si mosse per tutto il tempo dello spettacolo, credo proprio che abbia gradito!

image

L’Opera Lirica è da sempre molto importante per la città di Torino. Basti pensare che Puccini decise di rappresentare proprio qui, e in prima assoluta, la Bohéme nel 1896.
Questa premessa per dirvi che é in corso un interessante cartellone al Teatro Regio di Torino:
“The Best of Italian Opera”.

Dal 9 luglio al 26 luglio 2015 si alterneranno quattro grandi opere del melodramma italiano, capolavori assoluti interpretati e diretti da grandi artisti protagonisti della scena internazionale e con l’Orchestra e il
Coro del Teatro Regio.
Un grande sforzo produttivo che impegnerà tutte le maestranze del Teatro nell’allestimento di un’opera
diversa ogni giorno, per un totale di sedici recite.

Primo titolo in programma “La bohème” di Giacomo Puccini (9, 14, 18 e 23
luglio 2015)
“Il barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini (10, 15, 19 e 24 luglio) vedrà in scena autentici fuoriclasse del genere buffo come Antonino Siragusa, Marco Filippo Romano, Chiara Amarù,
Roberto de Candia e Nicola Ulivieri protagonisti del fortunatissimo allestimento di Luisa Spinatelli
con la regia di Vittorio Borrelli, sul podio Giampaolo Bisanti.

“La traviata” di Giuseppe Verdi (11, 16, 21 e 25 luglio) sarà quella firmata dal regista Laurent Pelly, una delle produzioni che ha ottenuto i più ampi consensi di critica e di pubblico.

Infine “Norma” di Vincenzo Bellini, sarà presentata nell’allestimento firmato da Alberto Fassini, la regia
originale verrà ripresa per l’occasione da Vittorio Borrelli. Direttore d’Orchestra il grande Roberto Abbado.

Tra i protagonisti il meglio del belcanto: Maria Agresta, Roberto Aronica e Riccardo Zanellato.

I biglietti saranno disponibili presso la Biglietteria del Teatro Regio e per ulteriori informazioni è disponibile il Num di Tel. 011.8815.241/242

A presto!

Continua a leggere

Torino Classical Music Festival

Come in un romanzo di Thomas Mann, ogni stagione della mia vita è stata scandita da un periodo musicale differente. Da bimbetta ballavo al ritmo di Heater Parisi e Cristina D’Avena, per poi rimbalzare direttamente ai Guns n Roses nell’età della pubertà; la mia adolescenza si muoveva con il ritmo dark di Nick Cave per approdare al gotick metal dei Kamelot. Durante la gravidanza ascoltavo musica Pop, facilmente cantabile a squarciagola, eppure, una melodia di sottofondo si faceva sentire ogni qualvolta mi dedicavo con intima introspezione ad un momento creativo, o quando leggevo un romanzo di Tracy Chevalier e mi immedesimavo inevitabilmente in una delle sue protagoniste femminili, ed era musica classica!

Martedì 23 giugno, in piazza San Carlo a Torino, si inaugura il Torino Classical Music Festival, sei giorni di grande musica classica.

Dopo il grande successo ottenuto dai Festival Beethoven e Mozart negli anni 2013 e 2014, una delle più belle piazze torinesi, il salotto della città, saluta l’arrivo dell’estate ospitando una rassegna che porta sul palcoscenico le note dei più grandi compositori di tutti i tempi e che ogni giorno, vede in cartellone un Paese diverso.

Il Torino Classical Music Festival , omaggia EXPO 2015 attraverso un viaggio fra le principali culture musicali del mondo ed ogni giorno sarà dedicato alla grande musica di un Paese diverso.

La rassegna ha come protagonisti il Teatro Regio, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l’Orchestra Filarmonica di Torino, inoltre, grandi interpreti e solisti, prenderanno parte al Festival.

La manifestazione è interamente gratuita per coinvolgere, oltre agli appassionati del genere, anche un pubblico nuovo, ed avvicinarlo all’ascolto della della musica classica, lirica e sinfonica.
Gli appuntamenti musicali non coinvolgono solamente Piazza San Carlo, ma il Torino Classical Music Festival apre al pubblico le principali corti dei palazzi barocchi della città! La mostra di sculture e installazioni d’arte contemporanea Arte alle Corti diventa infatti il palcoscenico per i concerti che vedono protagonisti insegnanti e studenti, italiani e stranieri, dei Conservatori di Torino e del Piemonte.

Di seguito,il calendario eventi:

23 giugno, h 22.00,

la Carmen di Bizet in omaggio a Francia e Spagna (Teatro Regio)
24 giugno, h 21.00,

le musiche di Beethoven, Mendelssohn e Shumann in omaggio alla Germania (Orchestra Filarmonica di Torino).
25 giugno, h 21.30,

le musiche di Šostakovič, Stravinskij e Musorgskij per la Russia (Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI)
26 giugno, h 21.30,

le sinfonie rossiniane in omaggio alla grande tradizione operistica italiana (Teatro Regio).
27 giugno, h 21.30,

il Festival dedicherà la serata agli Stati Uniti con Gershwin, Barber, Bernstein e Williams (Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI)
28 giugno si chiuderà, alle ore 21.30,

con le musiche di Schubert, Haydn e Mozart in omaggio all’Austria (Orchestra Filarmonica di Torino).

 

Io non mancherò di certo, quindi vi aspetto in Piazza!

A presto,

Zaira

Buzzoole

Un giorno a By Hand

La cornice è fantastica!
Se gradite rifugiarvi in uno dei più eleganti salotti della città, oggi non potete che passare un po’ del vostro tempo tra le meravigliose sale del Circolo dei Lettori di Torino.
Questa edizione di By Hand è sicuramente da tutta da scoprire, dal primo all’ultimo stand, numerose sono le eccellenze artigiane italiane che vi prendono parte.
Ieri pomeriggio ho avuto modo di scoprire nuovi marchi ma soprattutto dei creativi veramente capaci di trasmettere passione ed impegno.

Inoltre, e non meno importante, avevo come “cicerone” personale la grande Elena Imberti, creatrice del marchio Manifactura Bijoux

Ora vi mostro quali stilisti tenere d’occhio e quali pezzi non farsi sfuggire!

Partiamo da I Sogni di Lulù , gioielli contemporanei con un fascino esotico creati da Enrica Fontolan. I colori vibranti richiamano il mare e i lontani paesaggi d’oriente. Per questa estate non passerete inosservate se indosserete un suo gioiello. Il bracciale è fantastico!
Brand segnalato anche su Vogue Accessori

I Sogni di Lulù

I Sogni di Lulù

 

I Sogni di Lulù

I Sogni di Lulù

 

I sogni di Lulù

I sogni di Lulù

 

I Sogni di Lulù

I Sogni di Lulù

Qualità dei filati per Grillo Torino , dove il protagonista è assolutamente il colore. Tagli semplici e raffinati, ho adorato gli shorts e il caftano. Attenzione future mamme in dolce attesa, Grillo Sartoria ha pensato anche a voi, con una proposta abiti dalla conformità che si adatta perfettamente all’evoluzione del vostro corpo!

Grillo Torino

Grillo Torino

 

Ancora bijoux con Eye Candy Lab , semplicità delle forme, delicatissimi richiami in tessuto e cristalli dai colori accesi.

Eye Candy Lab

Eye Candy Lab

 

Eye Candy Lab

Eye Candy Lab

 

Io sono letteralmente impazzita per il progetto Diderot Maison. Lei è Serena Campelli, una designer che si occupa di ricerca tendenze nell’ambito dei tessuti. Per la fiera By Hand ha creato una collezione che si ispira al Giappone. I tessuti stessi sono originali di questo affascinante paese. Unisex nel loro genere, divertenti e con un packaging accattivante.

Diderot Maison

Diderot Maison

 

Didetot Maison

Didetot Maison

L’oggetto da non lasciarsi sfuggire? I mini portachiavi di Escaping from…di Stefania Busato. Gusto eccezionale nella scelta delle pelli unito ad uno stile pulito e lineare. Ultra chic le sue pochette con catenella modulabile che le trasforma in un marsupio iper femminile! I tre punti di sospensione diventano la firma del brand che lo pone in un targhet di alta gamma.

 

Escaping from...

Escaping from…

Se, infine, siete appassionate di vintage come la sottoscritta, dovete assolutamente fare due chiacchere con Marzia Luparia per la collezione Arch. La sua capacità è di trasformare un vecchio telo di lino della bisnonna in un capo unico e dipinto a mano. La qualità sartoriale si unisce ad una maestria di tecnica e pittura su stoffa non da poco. Il soprabito che vi mostro qui è un sogno!!!

image

Arch

Spero di avervi invogliato a non perdervi mai più un’edizione di By Hand!!!
A presto e Buon fine settimana!!!

Zaira

 

Brunch Domenicale

image

Oggi la mia Torino è davvero una città attiva, il post Fiat pare superato e non solo per l’atmosfera da Giro d’Italia e da Torino Jazz Festival che si respira nel centro della città.
Vedo atelier che riaprono i battenti, attività che nascono…la parola d’ordine di quest’ultimo periodo é Coworking. Mai più di ora la barriera da abbattere è l’individualismo. Non parlo mai di politica e società o integralismo ma noto con dispiacere e sempre più spesso, che sono le arance marce a non attacchire nel suolo dove sono nate
E quando anche la settimana inizia con una nota dolente come la chiusura del Breck di Piazza Solferino, successiva alla ancor più triste chiusura dello storico Platti, o la straziante fine della Cavallerizza Reale, un angolo di pace, invece, inaugura la sua Terrazza, intima e di piacevolissimo gradimento, presso il centro Lombroso 16.
Vi consiglio il brunch domenicale, ottimo rapporto qualità prezzo e quantità!!!!

image

Il ricavato, inoltre, serve a sostenere lo spazio polivalente e le attività del centro!

Buona Domenica

Zaira